Esiste un servizio pubblico che risponde ad esigenze fisiologiche comuni che però in molti paesi, tra cui l'Italia, viene spesso sottovalutato: i #WcPubblici. Non è difatti un mistero che questi siano pochi, maltenuti e difficili da trovare. Ma non è così dappertutto: un caso da prendere ad esempio nella gestione di questo servizio essenziale è quello della Nuova Zelanda sul cui territorio sono presenti migliaia e migliaia di wc pubblici. Ed alcuni sono dei capolavori! Così come in URSS venivano realizzate le fermate d'autobus più artistiche che si siano mai viste, in Nuova Zelanda han iniziato a capire che se proprio bisogna farli, tanto vale che i wc pubblici siano pure belli:

Qui ad esempio i Wc pubblici di Kawakawa realizzati da F.Hundertwasser. Noti per essere i cessi più fotografati della Nuova Zelanda

Anche se la maggior parte dei wc pubblici neozelandesi è in realtà molto simile a quelli cui siamo abituati qui da noi:

La peculiarità principale però va ripetuto, non è nel loro design, ma nella loro onnipresenza: in mezzo a un colle in cui non v'è letteralmente -niente- è comunque possibile trovare una latrina se l'ente Turismo & Foreste ha stabilito che quel determinatl sentiero è frequentato da più di un tot. di persone

Così come non manca chi tenta di rendere piacevoli le architetture tristi anche solo con un minimo di design, dei graffiti o altro:

C'è pure chi li abbellisce con fiori, aiuole e porticati tanto da farli sembrare parte di un villino:

Anche se oggi i maggiori centri turistici sembra stiano iniziando a rincorrersi in una specie di gara per chi realizza i wc più belli e originali

Su MapComplete è possibile farsi un'idea di QUANTO NUMEROSI siano i wc pubblici in Nuova Zelanda, pur tenenfo conto che la mappa è incompleta e segnali quasi esclusivamente i wc siti in luoghi abitati. MapComplete, va ricordato, è un #OSMproject realizzato grazie ai dati del database geografico #OpenStreetMap

@Ca_Gi ma raccontaci di come sei finito a contare i cessi neozelandesi

Sign in to participate in the conversation
Stereodon.social

Stereodon.social è un social network autogestito e open source dedicato alla musica.
Stanchi di scambiarci informazioni tramite sistemi eticamente in contrasto con i nostri principi, abbiamo deciso di dar vita a questa istanza.
Siamo convinti che slegare la diffusione di musica da logiche competitive, possa favorire il fare comunità, quindi un maggiore e più sincero scambio di informazioni.


[ENG]

Stereodon.social is a self-managed social network devoted to underground music.
Tired of exchanging information through systems that are ethically in contrast to our principles, we decided to give life to this instance.
We are convinced that unlink the diffusion of music from competitive logics can favor making communities, therefore a greater and more sincere exchange of information.


languages accepted: Italian, English (for moderation reasons)

contact: admin [AT] stereodon.social